PROGETTI

STAR BENE INSIEME

    Stampa Email

 

Progetto finanziato con il contributo del Centro Servizi del Volonatariato di Rovigo

Le persone che presentano un disturbo psichico costituiscono una fascia di popolazione che più di altre trova difficoltà ad inserirsi ne mondo del lavoro. Tra le maggiori difficoltà c’è la diffidenza dei datori di lavoro originata dalla poca conoscenza delle caratteristiche del disturbo psichico e dal pregiudizio circa le abilità lavorative. E’ necessario, perciò, sviluppare progetti di formazione e occasioni di inserimento in contesti lavorativi reali dove le persone con disagio psichico vengano conosciute e con loro si sviluppino specifici programmi di apprendimento adeguati al compito che andranno a svolgere.  

Allo scopo si è avviata una collaborazione con l’Azienda Agrituristica Valgrande di Runzi - Trecenta (RO) in primis, come azienda capofila, in sinergia con altre aziende agrituristiche presenti nel territorio, dove sviluppare un processo di formazione e apprendimento di attività e creando quindi occasioni di inserimento lavorativo.

L’idea di partire dalla genuinità dell’azienda agrituristica, nasce dal bisogno di valorizzare le aree poco conosciute del territorio polesano, nel tentativo di colmare le distanze tra cultura urbana, cultura rurale e l’ecosistema del nostro territorio.

Avvicinarsi al ciclo produttivo, alla stagionalità, alle tecniche di preparazione dei “piatti di una volta”, permette l’instaurarsi di relazioni semplici, radicate nelle tradizioni, non stigmatizzate in modelli e cornici predefiniti, attenuando i confini del disagio di cui ogni persona può essere portatrice.

Il progetto ha carattere innovativo sia per quanto riguarda la tipologia dell’utenza a cui è rivolto sia per la conduzione della stessa:

  • Alcuni dei volontari/ soci sono pazienti psichiatrici, con competenze e abilità sia relazionali che pratiche ben conservate nonostante le patologie esistenti, in grado quindi di sostenere il ruolo di co-conduttori dell’attività pratica affiancando altre persone con problemi psichiatrici e aiutandoli nel percorso di apprendimento
  • Altro aspetto, non innovativo in genere, ma inusuale per il nostro territorio è la possibilità di permettere a persone con disturbo psichiatrico nell’area delle psicosi di costituire un gruppo di persone in grado di organizzarsi e sostenersi in un percorso di apprendimento finalizzato ad una attività lavorativa.
  • Un ultimo aspetto è legato all’idea della co-progettazione che vede la rete territoriale e il Dipartimento di Salute Mentale come gli strumenti più adeguati per la realizzazione di interventi efficaci sul territorio e vuole rappresentare un esempio di integrazione di ruoli, competenze e risorse del territorio stesso.

Obiettivi

Costituzione di una rete per sviluppare non solo sinergie nell’ambito dell’inclusione delle marginalità ma anche relazioni e rapporti di carattere produttivo e commerciale che permettano di entrare nel mercato produttivo (beni e servizi) ottenendo così maggiori opportunità per utenti a rischio di esclusione.

Ampliare e rafforzare le competenze professionali acquisite durante gli incontri e durante gli stage. Favorire capacità organizzative, nonché responsabilità ed autonomia lavorativa.

Risultati attesi

Creare possibilità per inserimenti socio-lavorativi collaborando con alcuni partners locali:

Dipartimento Salute Mentale

Azienda Agrituristica VALGRANDE

Coop. Agricola “VILLA NANI” Bagnolo di Po

Soc. Agricola F. lli Cagnoni

Seguirà la possibilità di attivare più borse lavoro terapeutiche da parte del Dipartimento di Salute Mentale, presso le aziende coinvolte in relazione al numero di soggetti coinvolti, con verifiche periodiche da parte degli operatori del DSM.

Al termine di tale percorso le Aziende partners del progetto offriranno la possibilità di assunzione, secondo le modalità previste dalla legge.

 

Rovigo, 20.02.17